Stampa 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Corte Costituzionale con sentenza n. 335/2008 ha riconosciuto l’illegittimità costituzionale parziale dell’art. 14, c. 1°, della legge 05/01/1994, n. 36. Considerata la natura di corrispettivo di servizio e non di tassa, la tariffa di depurazione deve essere pagata solo se l’utente usufruisce del servizio:

- Corte dei Conti della Lombardia: Pubblicata la Deliberazione n. 25 riguardante l'applicazione della tariffa di depurazione per i c.d. "non serviti" (Sentenza n. 335/2008 della Corte Costituzionale

- Legge n. 13/2009 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 208, recante misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell'ambiente"

- Secondo l'Agenzia delle Entrate, l'istanza di rimborso riguardante la tariffa di depurazione non dovuta ai sensi della sentenza n. 335/2008 è soggetta ad imposta di bollo

- Anea ha pubblicato la Circolare 08/04/2009 che analizza gli effetti dell'art. 8 sexies "Disposizioni in materia di servizio idrico integrato della Legge 27 febbraio 2009 n. 13 di conversione del D.L. 30 dicembre 2008 n. 208"